Procedura Civile 2.0

Store

Procedura Civile

Penale

Sportivo

#LegalGeek

Costituzionale
  

Cosa cambia con il nuovo articolo 70 lda per i webmaster e blogger

Fonte: Spataro - Segnalato da: Spataro - 2018-01-11 - Post successivo - Stampa - pag. 50956




Ecco in sintesi i problemi sollevati dal nuovo art. 70 legge diritto d'autore. - Spataro


Due parole.

In questi giorni e' infiammata la protesta contro il nuovo art.70 che consente l'uso gratuito di immagini e musiche degradate se non vi e' scopo di lucro.

Ma poiche' basta avere sul proprio sito una pubblicità come AdSense per avere lucro indiretto, il testo risulta di portata limitata.

Di piu': vari commentatori sottolineano l'equivoco di non applicarsi piu' il comma 1 che consente la citazione gratuita di parti di opera, quando si pubblica sul web.

 

Perche' ci si e' inventati questa modifica ?

Perche' e' scoppiato il caso Homolaicus, un sito di un insegnante che parla di arte contemporanea.

Per le foto utilizzate la Siae ha chiesto, secondo regolamento, qualche migliaio di euro.

In Homolaicus vi era pubblicità di Adsense che, ricordiamolo, puo' portare ad un paio di dollari di guadagno per mille pagine viste.

La Siae invece calcola i diritti secondo durata, anche 150 euro per ogni fotografia.

Dall'estero fotografie vengono concesse in uso anche per un solo dollaro (se non gratis) senza limiti di tempo.

E' evidente che l'applicazione del regolamento ad internet, come fa la Siae, si rivela in una ingiustizia di fatto (per non parlare di una richiesta fuori mercato).

Per questo e altri motivi anche Wikipedia ha rimosso fotografie: e per consentire a Wikipedia l'uso di foto e musiche si e' scritto il testo approvato.

 

Ecco il nuovo testo dell'art. 70 lda:

1. Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali.

1-bis. È consentita la libera pubblicazione attraverso la rete internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro. Con decreto del Ministro per i beni e le attività culturali, sentiti il Ministro della pubblica istruzione e il Ministro dell’università e della ricerca, previo parere delle Commissioni parlamentari competenti, sono definiti i limiti all’uso didattico o scientifico di cui al presente comma.

2. Nelle antologie ad uso scolastico la riproduzione non può superare la misura determinata dal regolamento, il quale fissa la modalità per la determinazione dell'equo compenso.

3. Il riassunto, la citazione o la riproduzione debbono essere sempre accompagnati dalla menzione del titolo dell'opera, dei nomi dell'autore, dell'editore e, se si tratti di traduzione, del traduttore, qualora tali indicazioni figurino sull'opera riprodotta.

 

Le Critiche

Tante, tantissime, alcune sopra le righe. Da subito io ho proposto una lettura piu' tranquilla, dubitativa.

Il dubbio che nel caso di immagini e musiche su internet non si possa applicare il comma 1 e' stato smentito da Folena.

Il comma 1, che consente citazioni libere di parti d'opera a scopo di critica, continuerà quindi ad essere applicato a internet ricordando di citare parte di foto o parte di musica (o video, o testo).

Le polemiche hanno aiutato ad avere una interpretazione autorevole del Presidente della Commissione Cultura che ha approvato la legge (al momento deve essere ancora pubblicata).

Nessuno, nemmeno la Siae, potrà negare l'applicazione dell'art. 70 al web.

 

 

Quale critica resta aperta ?

Wikipedia potrà usare foto e musiche degradate senza pagare nessuno, ma non i tanti Homolaicus in Italia.

Perche' ?

Perche' Homolaicus ha un lucro indiretto. Piccolissimo, irrilevante, presumibilmente un paio di dollari ogni 1000 letture. A mio parere non e' lucro, ma ipotizziamo valida l'interpretazione della Siae.

Questa ipotesi non e' coperta dal comma 1 bis del nuovo art.70.

A rigor di logica dovremmo applicare il comma 1, ma la Siae ha invece applicato il regolamento che impone il pagamento di diritti.

Leggete: "Gli importi richiesti dalla Siae", che introduce nel regolamento tanti usi che nella legge non sono indicati.

Ricordate: commercio e' lucro diretto (vendo una cosa), pubblicità e' lucro indiretto (guadagno indirettamente dalla pubblicazione di una foto).

In Italia, lo sottolinea Punto-Informatico, non c'e' un diritto di fotografare i panorami, e non in tutto il mondo questo diritto vi e' ("Libertà di panorama").

 

 

Conclusioni

Per chi voglia approfondire l'argomento ho scritto due righe piu' estese, con tutti i riferimenti, su Civile.it: "Monografia sul nuovo art. 70" .

Qui era opportuno essere molto sintetici e chiari.

Oggi il webmaster o blogger non puo' ancora mettere foto o musiche. Manca il regolamento attuativo, la Siae potrebbe pretendere importi sin d'ora.

Per i blogger che non hanno lucro indiretto (pubblicità di adsense ad esempio), vi sarà la possibilità di invocare il comma 1bis.

Chi invece ha un lucro indiretto non potrà invocare il comma 1 bis (si noti al comma uno il termine "uso commerciale", che si sarebbe dovuto ripetere nel comma 1 bis per lasciare a siti come Homolaicus la possibilità di restare aperti, invece di introdurre un piu' ampio scopo di lucro).

Dovrebbe poter invocare il comma 1, ma la Siae non ritiene che sia applicabile alle foto (anche piccole) di quadri interi, e chiederà ancora soldi, sulla base del regolamento citato, con importi fuori mercato.

Quindi, avete un sito completamente gratuito ? Aspettate il regolamento attuativo.

Avete un sito che vive di pubblicità ? Non parlate di arte.

Oppure fate come ha consigliato la Siae, per telefono, al professore: Siae contro homolaicus: sito didattico paghi i diritti

 

Cosa si sarebbe potuto fare da subito ?

Una cosa semplicissima.

Se e' autorizzata la citazione di poche righe da un libro per commentarlo, perche' non deve essere autorizzata una foto di 100px per 100pixel su internet ?

Basterebbe ritenere che su internet la nozione di riproduzione parziale assorba anche l'ipotesi di una riproduzione su internet integrale ma piccola, commercialmente irrilevante.

Cosa che, si sottolinea, e' nella realtà. Si puo' considerare integrale se mantiene una capacità commerciale uguale, non se non ha alcun valore commerciale.

Nell'opera che commenta un'altra opera, basta che l'originalità del commento prevalga.

Non si puo' accettare che l'insegnante, con la sua opera, abbia fatto qualcosa che sfrutta l'opera altrui.

Ha parlato d'arte, e bene. E lo ha riconosciuto anche la Siae nella lettera di contestazione, nella quale non ha indicato l'art. di legge a sostegno della propria tesi.

Come dire: il mio diritto e' in Gazzetta Ufficiale, tu difenditi.

Non basta: se ho un diritto devo documentarlo. Non basta scrivere lettere e chiedere soldi in forza delle leggi dello Stato Italiano.

 

Link utili:

Spataro

Civile.it

Ricevi gli aggiornamenti su 'Cosa cambia con il nuovo articolo 70 lda per i webmaster e blogger', Homolaicus e gli altri post del sito:

Email: (gratis Info privacy)


Link: Siae contro homolaicus: sito didattico paghi i dir

2018-01-11 Spataro Spataro




Altro su Homolaicus:







  






v. anche: Segnala - Collabora - Embed - Civile.it - Codici - Ebook - G.U. - IusSeek - Sentenze - Chi siamo   

On line dal 1999. Tutti i diritti riservati - Toolbar - Privacy - Cookie - @IusOnDemand - Contatti - P.IVA: 04446030969 -