Telegram


Procedura Civile 2.0

Store
  

Fonte: Spataro - Segnalato da: Spataro - 2020-01-07 - Post successivo - Stampa - pag. 94811

Come le bici: monopattini elettrici e simili, le regole e le riflessioni

Era opportuno, ma restano dei problemi a carico delle casse delle assicurazioni. Nella foto, courtesy of Spataro, un mezzo piu' prevedibile durante la circolazione. - Spataro


I

I monopattini elettrici, e simili (la monoruota per esempio) sono stati equiparati alle biciclette.

Ecco i mezzi interessati:

  • monopattini elettrici,(doppia ruota, una davanti l'altra)
  • segway,(doppia ruota affiancata)
  • hoverboard e(skyteboard elettrico)
  • monowheel (mono ruota)

La sperimentazione di giugno 2019 che ha aperto alla sperimentazione (limitata da alcuni Comuni) consente loro di circolare su percorsi pedonali, piste ciclabili, zone a 30 km/h e strade con limite di velocità a 30 km/h.

Interessante come questi mezzi abbiano un limita di 20km/h massimo e sia consentito loro di circolare nelle aree pedonali.

In sostanza possono circolare.

In caso di sinistro il rischio si sposta dal conducente del mezzo all'autoveicolo.

Si', perche' l'omicidio stradale prevede responsabilità per tutti i soggetti che possono circolare. In questo caso poi gli automobilisti devono arrendersi all'evidenza che questi mezzi non solo possono, ma devono circolare.

Il limite non e' piu' nelle strade lente, ma in tutte le strade comunali.

La legge di bilancio 2020, emendata, lo impone.

Interessante come questi mezzi dovranno avere un limite di 6km/h nelle aree pedonali. Da impostare a mano, altrimenti multa ?

Secondo la legge di Bilanio 2020 possono guidarli anche i minorenni di 14 anni con la patente AM, non e' necessario il casco e nemmano l'assicurazione; nemmeno la targa. Vanno parcheggiati nei posti di moto e bici, con conseguenze anche per i condomini con cortili.

Devono pero' avere luci, segnalatori acustici e giubbotto luminescente in caso di circolazione notturna (un suicidio legalizzato).

La potenza massima e' di 500 watt e 20 km/h.

Considerazioni finali: dopo le 20.00, sui marciapiedi di Milano, si assiste ad una corsa contromano rispetto alla carreggiata di appassionati e di addetti alle consegne. E' facile uscire da un portone e vedersi sfrecciare accanto qualcuno nel massimo silenzio. Pericoloso anche solo cambiare direzione sul marciapiedi.

Le bici sono sempre state tollerate, ma le velocità oggi raggiunte alzano la soglia di rischio. Tuttavia sono mezzi ecologici, ma non per maleducati: come conciliare senza controlli ?

Un primo passo dovrebbe essere un segnalatore acustisco quando in movimento. Segnalatore che aumenti il suono o frequenza quanta maggiore sia la velocità.

Sta di fatto che circolare con un autoveicolo comporta ancora piu' attenzione: di fatto prevedere il comportamento di un monopattino a 20 km/h e' impossibile, se non con una superiore attenzione del monopattino che non deve superare a destra.

Un altro aspetto interessante sara' l'uso di smartphone (anche in bici vedo cose impensabili). Sarebbe ora di creare dei simulatori di percorso e di incidenti per far vivere l'emozione ma anche i pericoli di sinistri. Idea innovativa che andrebbe sponsorizzata dalle assicurazioni, le piu' interessate a risparmiare.

Ricevi gli aggiornamenti su 'Come le bici: monopattini elettrici e simili, le regole e le riflessioni', Monopattini e gli altri post del sito:

Email: (gratis Info privacy)


Link a Spataro :

Altro su Monopattini:







  






v. anche: Segnala - Collabora - Embed - Civile.it - Codici - Ebook - G.U. - IusSeek - Sentenze - Chi siamo   

On line dal 1999. Tutti i diritti riservati - Toolbar - Privacy - Cookie - @IusOnDemand - Contatti - P.IVA: 04446030969 -